Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Patente cinese. Uso in Italia da parte di cittadini cinesi o italiani non residenti in Italia 

L’art.135 del Codice della Strada recita: “1. Fermo restando quanto previsto in convenzioni internazionali, i titolari di patente di guida rilasciata da uno Stato non appartenente all’Unione europea o allo Spazio economico europeo possono condurre sul territorio nazionale veicoli alla cui guida la patente posseduta li abilita, a condizione che non siano residenti in Italia da oltre un anno e che, unitamente alla medesima patente, abbiano un permesso internazionale ovvero una traduzione ufficiale in lingua italiana della predetta patente. La patente di guida ed il permesso internazionale devono essere in corso di validità.”

Alla luce di ciò, secondo l’interpretazione indicata dal Ministero dell’Interno, si deve intendere quale traduzione ufficiale quella certificata ad opera delle Rappresentanze diplomatico-consolari all’estero.

Per poter procedere alla certificazione della traduzione in italiano, i cittadini cinesi che intendono condurre autoveicoli in Italia possono pertanto recarsi presso gli Uffici Consolari della rete diplomatica in Cina.

Per quanto riguarda i cittadini cinesi residenti nella Circoscrizione consolare di Pechino, è stato stipulato un accordo con il Centro Servizi Consolari del Ministero degli Affari Esteri e gestito dall’Agenzia Turistica Internazionale MAOFA, sito al seguente indirizzo:

Primo Piano, Youtang Youth Compound,
No. 6 Sanfeng Beili, Chaoyang Street,
Chaoyang District,
Pechino
Tel. 010-85615562

 

Per ottenere la traduzione, l’interessato o un suo delegato dovrà presentare al suddetto Centro la seguente documentazione:

1- Patente di guida cinese in originale e fotocopia della patente stessa;
2- Traduzione in italiano della patente di guida in un’unica pagina. La traduzione potrà essere eseguita sia da una qualsiasi agenzia di traduzione sia da privati (si prega di utilizzare il seguente facsimile);
3- Passaporto in originale e fotocopia della pagina del passaporto con i dati anagrafici:
4- Visto Schengen di categoria C in corso di validità e fotocopia del visto.

Il Centro Servizi Consolari procederà a trasmettere la documentazione a questo Ufficio Consolare (a tal fine si avvisa che è possibile richiedere l’autentica entro le 24h pagando i relativi diritti di urgenza), che certificherà la conformità della traduzione, dietro pagamento di 13 euro per le percezioni consolari (e di ulteriori 48 euro per gli eventuali diritti di urgenza, ove richiesti).

La suddetta documentazione sarà poi ritrasmessa al Centro Servizi Consolari, che provvederà a restituirla al richiedente.

 

PERCEZIONE CONSOLARE

La percezione consolare da pagare è pari a 13 euro.
Per la procedura d’urgenza, che prevede il rilascio del documento entro le 24 ore, si devono aggiungere il diritti d’urgenza che ammontano a 48 euro.
Per eventuali ulteriori informazioni si prega di contattare l’agenzia sopra indicata.