Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

“Italian Wines and Spirits Course”: alla scoperta dei segreti del vino italiano

Italian Wines and Spirits Course
Addetto per Settore Agroalimentare dell'Ambasciata Italiana a Pechino, Davide Liberati

Dal 17 al 19 marzo scorso, presso l’hotel Conrad di Pechino, si è svolto il mini-ciclo di lezioni “Italian Wines and Spirits Course”, un evento di promozione del vino italiano in Cina organizzato dall’Ambasciata d’Italia a Pechino in collaborazione con Agenzia ICE. All’appuntamento hanno preso parte 54 partecipanti “Ambasciatori del Vino”, alcuni dei quali saranno presenti anche alla Fiera Internazionale del Vino “Vinitaly” che si terrà a Verona dal 2 al 5 aprile.

La rassegna, articolata in sessioni teoriche e pratiche con prove di degustazione di vini italiani, ha previsto la presentazione di ben 64 vini provenienti dalle 20 regioni italiane, tutti ad Indicazione Geografica. E proprio il legame del vino con il territorio di provenienza è stato uno dei temi chiave dell’evento che ha riscosso un grande successo di partecipazione. L’elevato grado di adesione e di interesse verso questa iniziativa, testimonia l’importanza e il valore che il pubblico cinese riconosce alle eccellenze del Made in Italy, in particolare in un settore come l’agroalimentare in cui l’Italia è leader in Europa e nel mondo.

L’evento si è concluso domenica 19 marzo con la consegna dei diplomi di partecipazione ai nuovi 54 “Ambasciatori del Vino”, alla presenza dell’Addetto per il settore Agroalimentare dell’Ambasciata d’Italia a Pechino Davide Liberati, del Direttore dell’Ufficio ICE di Pechino Gianpaolo Bruno e del Professor Frankie Zhao Fan “Italian Wine Expert”, che ha tenuto il corso. Dopo questa tappa a Pechino, la serie di master class proseguirà nel corso del 2023 toccando le città di Jinan, Dalian e Taiyuan.