Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK
ambasciata_pechino

I rapporti bilaterali

 

I rapporti bilaterali

I rapporti bilaterali tra Italia e Cina vivono una fase di robusto consolidamento del partenariato politico, economico-commerciale e culturale. Le celebrazioni del 50° anniversario delle relazioni diplomatiche italo-cinesi nel 2020 rappresentano in prospettiva ulteriori opportunità di rafforzamento della collaborazione e del dialogo, sia a livello istituzionale, sia nella crescente interazione tra imprese, scuole, università, così come, più in generale, nelle relazioni “people-to-people”.


La frequenza degli scambi di visite tra i nostri massimi vertici istituzionali testimonia l’importanza strategica che il dialogo tra Cina e Italia ha acquisito per entrambi i Paesi. Nel 2017 il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, accompagnato dai Ministri Alfano e Delrio, ha effettuato una visita di Stato in Cina che ha toccato quattro città e mobilitato importanti rappresentanti della cultura e dell’impresa di entrambi i Paesi. A maggio è stata la volta del Presidente del Consiglio Paolo Gentiloni, che ha partecipato al “Belt and Road Forum for the International Cooperation” ed ha firmato con il Primo Ministro cinese Li Keqiang l’importante Piano d’Azione bilaterale 2017-20. Poche settimane dopo, il Ministro dell’Ambiente Gian Luca Galletti ha dato nuovo impulso ai rapporti nel settore ambientale. Nella seconda metà dell’anno hanno svolto missioni in Cina anche il Ministro della Giustizia Andrea Orlando e la Ministra per l’Istruzione, l’Università e la Ricerca Valeria Fedeli, per inaugurare l’ottava edizione della Settimana della Scienza, dell’Innovazione e della Tecnologia Italia-Cina. Il Sottosegretario allo Sviluppo Economico Ivan Scalfarotto ha visitato il Paese in dieci diverse occasioni nel corso dell’anno, che si è idealmente concluso con lo svolgimento a Pechino, lo scorso dicembre, dell’ottavo Comitato Governativo Italia-Cina, alla presenza del Ministro degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale, Angelino Alfano. Il 2018 si è invece aperto con la visita in Cina del Sottosegretario all’Interno Domenico Manzione.


Di grande rilievo è stato anche lo scambio di visite a livello parlamentare, tra le quali quelle di: Presidente della Commissione Affari Esteri del Senato della Repubblica Italiana, Sen. Pier Ferdinando Casini; Vice Presidente della Camera dei Deputati, On. Marina Sereni; Presidente della XII Commissione Permanente (Affari Sociali) della Camera dei Deputati, On. Mario Marazziti; dell’Associazione Parlamentare “Amici della Cina”. Così come quello di importanti delegazioni degli enti regionali e locali.


Rilevante anche il flusso di visite dei vertici cinesi in Italia, a cominciare dallo stop-over del Presidente Xi Jinping in Sardegna sulla via del vertice APEC di Lima nel novembre del 2016, per continuare con la missione dell’allora Segretario Generale del PCC di Shanghai, Han Zheng (oggi membro del Comitato Permanente), fino alla recentissima visita del Vice Premier con deleghe agli affari economici Ma Kai nel dicembre dello scorso anno.


Accanto alle visite, proprio per realizzare i numerosi impulsi che ne scaturiscono, sono stati costituiti strumenti che garantiscono continuità al rapporto bilaterale in tutti i settori. Dall’ambito politico, con il già citato Comitato Governativo Italia-Cina, che nel 2018 si riunirà per la nona volta in Italia, a quello economico-finanziario, con il dialogo tra aziende italiane e cinesi riunite nel Business Forum Italia-Cina. Vi è poi il Forum Culturale, che riunisce amministrazioni, enti e imprese di Cina e Italia con l’obiettivo di realizzare le straordinarie possibilità di collaborazione nei settori artistico, museale, delle industrie creative e del turismo.


121