Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Sfogliando il Codice Atlantico

 

Sfogliando il Codice Atlantico

“Sfogliando il Codice Atlantico” –
500 anniversario della morte di Leonardo da Vinci

 

Se volessimo scegliere un personaggio che nella storia mondiale possa essere riconosciuto come un “genio assoluto”, non ci sarebbe alcun dubbio sulla scelta: Leonardo da Vinci.


Come pittore, scultore, inventore, ingegnere militare, pensatore, anatomista, matematico e altro ancora, l’artista toscano era secoli più avanti dei suoi contemporanei.

 picture4



La sua conoscenza, creatività e curiosità incarnano perfettamente l’innato desiderio dell’uomo di superare i propri limiti.


Ma dove e come è iniziato il percorso di questa importante figura?


Leonardo da Vinci nasce in Italia, in un piccolo paese di poche case chiamato Vinci, che si trova a metà via tra Firenze e Pisa. Nonostante avespicture2se l’aria di essere un posto isolato, si trovava all’incrocio di grandi vie di comunicazione, destinate a diventare il primo scenario d’ispirazione del Grande Leonardo.

 

In Italia - Paese colto e prospero - fiorì il Rinascimento dell’arte, della letteratura, della scienza e della tecnologia.
Quest’anno si celebrerà il 500esimo anniversario dalla sua morte, avvenuta il 2 maggio 1519. Il 2019 sarà quindi un anno celebrativo per ricordare il valore di questo insostituibile personaggio italiano e delle sue creazioni.


Ad oggi, sono 500 anni che ammiriamo le sue opere, 500 anni che facciamo uso delle sue macchine, 500 anni che facciamo sopravvivere i suoi sogni.


Nel corso della sua vita, Leonardo raccolse pagine e pagine di appunti, redatti con la sua inconfondibile scrittura speculare orientata da destra verso sinistra, che oggi possiamo ancora consultare. La più grande e completa di queste raccolte è il Codice Atlantico.

In questa nuova sezione del nostro pubblicheremo gli eventi della rete diplomatico-consolare in Cina dedicati a Leonardo Da Vinci. Seguiteci!


830